Balsamo per capelli: scopri come usarlo nel modo giusto

Balsamo per capelli: scopri come usarlo nel modo giusto

Gli esperti di OK Salute e Benessere | Dermatologia clinica e allergologica
 
Il balsamo è un prodotto indispensabile per il benessere dei nostri capelli. Ma sai applicarlo nella maniera corretta? Ecco come fare in 7 punti.

È ormai di uso comune, ma spesso viene applicato in modo errato. Scopriamo insieme come si usa il balsamo per capelli.

Quando si parla di balsamo, solitamente, ci si divide in 2 gruppi: chi non può rinunciarci e chi preferisce non usarlo perché crede che appesantisca troppo la chioma.

Quest’ultimo si tratta di un preconcetto difficile da scardinare. E lo è, soprattutto, per un errato utilizzo del prodotto.

Ricorda, il balsamo per capelli è sempre un alleato prezioso, ma bisogna saperlo usare nella maniera corretta e, prima di tutto, bisogna imparare a sceglierlo.

In commercio, infatti, si trovano una grande quantità di balsami per capelli, e ognuno di questi ha delle funzioni specifiche.

Ci sono formulazioni adatte a ogni tipo di capello: idratanti e ristrutturanti, nutrienti per capelli secchi, leggeri per capelli grassi, quelli per capelli colorati ma anche per capelli lisci, ricci, opachi.

Insomma, la prima regola è conoscere la propria chioma! E scegliere, di conseguenza, il prodotto giusto per le sue esigenze.

I benefici del balsamo per capelli

Il balsamo per capelli è un po’ come la crema idratante per la nostra beauty routine.

Grazie al balsamo, a ogni lavaggio, andiamo a idratare la chioma e a darle una nuova lucentezza.

Ma a che cosa serve (davvero) il balsamo?

La sua funzione primaria consiste nel districare i capelli e renderli più docili al pettine per evitare che si spezzino o si danneggino lungo il fusto, ma non è questo l’unico scopo del suo utilizzo.

Il balsamo per capelli serve anche per ridurre l’elettricità statica e aumentare l’aderenza della cuticola al fusto.

Un’altra funzione importante che svolge è quella di mantenere sane le fibre del capello, nutrirle e proteggerle dalle aggressioni esterne, come il vento, l’acqua, il sole o anche il sale del mare o il cloro della piscina.

Balsamo per capelli: come si usa

Bellissima ragazza applica del balsamo per capelli sulla sua chioma castana

Veniamo ora al dunque. Come si usa, quindi, un balsamo per capelli?

Perché spesso il balsamo viene utilizzato nella maniera errata e lo scorretto utilizzo crea più di qualche malumore.

Non basta infatti spalmarlo su tutti i capelli. E, no, non è corretto partire dalla parte alta della chioma, quella del cuoio capelluto.

Bene, come si usa, allora, ti chiederai?

Ecco la nostra piccola guida in 7 punti per non sbagliare più ad applicare il balsamo per capelli.

  1. Innanzitutto, il balsamo per capelli si utilizza sempre dopo lo shampoo. Potrà sembrare banale dirlo, ma non è così scontato.
  2. Con quale frequenza? Dipende molto dallo stato dei capelli. Solitamente si consiglia di utilizzarlo 2/3 volte a settimana se i capelli sono secchi e sfibrati; una sola volta basta per capelli in forma, che magari devono semplicemente risultare più docili al pettine.
  3. Dopo aver risciacquato lo shampoo è bene tamponare la chioma utilizzando un asciugamano molto morbido o un panno in microfibra. Lo sfregamento è sempre da evitare perché potrebbe rompere i fusti.
  4. Applicazione: il balsamo per capelli va applicato partendo dalle punte e distribuendo su tutte le lunghezze. La chioma, durante questa operazione, va massaggiata delicatamente: questo permetterà al prodotto di agire in modo ottimale su tutta la superficie.
  5. Lunghi o corti? Tutti i capelli traggono beneficio dall’applicazione del balsamo ma le modalità di applicazione sono differenti. Se hai i capelli corti, devi applicarlo semplicemente sulle punte. Se hai una chioma lunga, invece, il balsamo va applicato su tutte le lunghezze, lasciando senza prodotto circa gli ultimi 3 centimetri della chioma prima del cuoio capelluto.
  6. Lascialo agire: se il balsamo che hai scelto contiene dei principi attivi devi lasciargli il tempo di agire e penetrare nel capello. Applicare il balsamo e risciacquare subito, solitamente, non è una buona idea. In questo modo, infatti, si rischia semplicemente di buttare il prodotto, che in pochi secondi non ha nemmeno il tempo di agire.
  7. Leggi l’etichetta sulla confezione! Non tutti i balsami sono uguali, lo abbiamo detto prima. E non tutti agiscono allo stesso modo. Ci sono balsami che devono rimanere in posa poco tempo e balsami che richiedono un tempo di posa più lungo. La cosa migliore da fare è leggere le indicazioni del produttore riportate sulla confezione.

E dopo il balsamo?

Per non rendere vani i tuoi sforzi, particolare attenzione va riservata anche alla cura dei capelli successiva all’applicazione del balsamo, in particolar modo all’asciugatura.

Innanzitutto, anche dopo lo shampoo, la chioma deve essere tamponata con un panno morbido e non dev’essere mai strofinata.

Inoltre, una buona idea può essere quella di applicare un prodotto che protegga la chioma dal calore del phon.

In generale, però, il phon non deve mai essere troppo caldo e non dev’essere mai tenuto troppo vicino al fusto.

L’ideale, in realtà, sarebbe far asciugare i capelli all’aria aperta ma quando questo non è possibile – come in inverno - meglio optare per una temperatura tiepida.

Se preferisci temperature più alte, dovresti allontanare ulteriormente l’asciugacapelli dalla testa.

Per capelli ancora più luminosi, indirizza il beccuccio del phon partendo dalla parte alta dei capelli fino alle punte. In questo modo favorirai la chiusura delle cuticole migliorando il riflesso della luce, per capelli splendenti.

Infine, per pettinare la chioma scegli una spazzola in fibre naturali.

Come riconoscere e scegliere uno shampoo...

Gli esperti di OK Salute e Benessere | Dermatologia clinica e allergologica

Riconoscere uno shampoo naturale non è così semplice, è vero. Se segui i nostri 6 consigli per una scelta consapevole...

ACQUISTA ORA