Skip to main content
Magazine Breadcrumb
PROBLEMATICHE DEI CAPELLI > Capelli fragili: prenditene cura in 6 mosse
Magazine Detail
capelli fragili cause e rimedi

Capelli fragili: prenditene cura in 6 mosse

Gli esperti di OK Salute e Benessere | Dermatologia clinica e allergologica

1 MIN Come avere una barba folta, sana e curata

I tuoi capelli appaiono fragili? Indeboliti? Spenti? In questo articolo trovi i consigli giusti per donare ai tuoi capelli l’aspetto che meritano: un aspetto da favola!

Le aggressioni atmosferiche, anche con la complicità dell’inquinamento, possono mettere a dura prova i capelli, soggetti a caduta e disidratazione. I capelli possono infatti apparire fragili, indeboliti e spenti, a causa dell’azione sinergica di vento, umidità, piogge, smog e – come se non bastasse – dell’uso smodato di phon e piastre.

Non solo, soprattutto in autunno, subito dopo lestate, è possibile che i capelli appaiano più secchi e fragili del normale. Questo perché, passando molto tempo all’aria aperta, accusano l’azione aggressiva di raggi solari, vento, salsedine e altri agenti atmosferici.

Quali sono, dunque, i giusti accorgimenti per ripristinare la robustezza del fusto e far tornare i capelli in salute? Vediamoli insieme, per una chioma in forma!

6 step per rigenerare i capelli fragili

Image
prendersi cura dei capelli sfibrati

Step 1: fai un impacco nutriente

Per ridare forza ai tuoi capelli, puoi optare per prodotti delicati ricchi di ingredienti naturali.

Sono molte, infatti, le sostanze vegetali che possono aiutarti a ristrutturare una chioma sfibrata e danneggiata: l’olio di argan, le proteine del grano o l’olio di mandorle dolci ad esempio, nutrono a fondo i capelli fragili.

Il burro di karité, ad esempio, nutre i capelli in modo eccezionale. Ricco di acidi grassi essenziali, vitamina A ed E, risulta ottimo per capelli molto secchi.

Da applicare prima dello shampoo, va tenuto in posa almeno 5 minuti e poi risciacquato con cura.

A seconda dei casi, puoi fare impacchi pre-shampoo, oppure applicare qualche goccia di questi oli dopo la doccia sui capelli ancora umidi.

Anche l’olio di semi di lino, è un rimedio utile per ricostruire la barriera idro-lipidica del capello, nutrire i fusti, donare morbidezza ed eliminare l’effetto crespo.

Il consiglio è quello di versare qualche goccia di prodotto nel palmo della mano e massaggiare delicatamente lintera chioma. Pettina, poi, i capelli per stendere uniformemente l’olio e lascia in posa per dieci minuti circa.

Per dei risultati ottimali, ti consigliamo di applicare sui capelli un impacco o maschera idratante circa 1 o 2 volte alla settimana, in base alle necessità, per evitare di appesantire troppo la chioma e allo stesso tempo per mantenerla nutrita e idratata a fondo.

Step 2: detergi delicatamente

Innanzitutto è bene sfatare il mito secondo cui lavare frequentemente i capelli sia dannoso e controproducente: la frequenza di detersione, infatti, non incide negativamente sulla struttura del capello.

Per questo motivo, ogniqualvolta se ne senta la necessità, è bene detergere capelli e cuoio capelluto, utilizzando preferibilmente uno shampoo delicato con azione rinforzante per capelli fragili.

Per rigenerare il film idrolipidico e la cheratina del fusto capillare – compromessi da sole, salsedine, vento o pioggia – la scelta deve ricadere infatti su prodotti delicati che evitino di peggiorare la situazione.

Step 3: applica un balsamo

Dopo un lavaggio delicato, è fondamentale applicare sempre un balsamo, avendo cura di stenderlo dalle radici alle punte.

Questo passaggio è importante perché forma una pellicola protettiva intorno ai fusti, che non solo li preserva dai danni meccanici e atmosferici, ma li riempie e li irrobustisce.

Step 4: risciacqua con acqua filtrata

Spesso lacqua della doccia è particolarmente ricca di calcare, una sostanza che tende a depositarsi sui capelli, rendendoli particolarmente secchi.

In questo caso, puoi optare per un ultimo risciacquo – dopo shampoo e balsamo – con acqua minerale naturale in bottiglia o filtrata con un depuratore oppure con un filtro per ottenere acqua dolce.

Step 5: asciuga con cura

Se i capelli sono già piuttosto delicati, attenzione anche allasciugatura: quando sono bagnati, infatti, sono ancora più fragili e soggetti a spezzarsi.

È bene dunque evitare di frizionare in modo troppo vigoroso la chioma, scegliendo invece una tamponatura dolce con un panno di lino o cotone.

Anche il calore del phon può essere piuttosto dannoso: mantienilo a una certa distanza, alternando diverse gradazioni di temperatura.

Step 6: nutri i capelli in profondità

Un altro passo importante per mantenere i tuoi capelli idratati ed evitare che si spezzino facilmente, è trattarli con maschere e oli che li nutrano in profondità.

È sempre bene scegliere prodotti naturali: i migliori sono l’olio di jojoba, mandorla e cocco oppure l’olio di semi di lino e quello di germe di grano.

Per un effetto ammorbidente e rigenerante vanno applicati almeno una volta a settimana prima dello shampoo sulle lunghezze, avvolgendo la chioma in un panno di lino.

Altri consigli utili per prendersi cura dei capelli fragili

Image
come rinforzare i capelli fragili

L’idratazione, anche dall’interno, è fondamentale: bevi molta acqua, così da idratare tutte le cellule del corpo, comprese quelle che costituiscono i capelli.

Inoltre, è bene consumare ogni giorno frutta e verdura fresca, che apportano vitamine e sali minerali importanti per la salute della nostra chioma. In particolare le vitamine B, A ed E, tra i minerali lo zinco.

Oltre a questi accorgimenti, per rinsaldare il capello puoi affidarti ad alcuni integratori alimentari.

L’importante è che siano a base di ferro, zinco, biotina, metionina e cistina, cioè sostanze in grado di aiutare la loro naturale crescita e di svolgere azioni ristrutturanti e rimpolpanti.

E non dimenticarti di lasciare sciolti i capelli lunghi, scongiurando acconciature troppo strette, come code di cavallo alte, trecce o chignon.

Se vuoi raccogliere la tua chioma, piuttosto, opta per acconciature più morbide e mezze code.

Infine, evita quanto più possibile tinture aggressive. Se i capelli sono molto secchi e fragili, hanno doppie punte e tendono a spezzarsi è necessario limitare tutti i trattamenti aggressivi.

Evitare decolorazioni e tinte con ammoniaca, prediligendo colorazioni naturali, come tinture senza derivati dell’ammonio, acqua ossigenata e quant’altro.

Anche perché, un’alternativa esiste. E si chiama henné.

Una breve parentesi sull’henné

Lhenné è una tintura naturale, ottenuta dalle foglie di Lawsonia inermis, che colora i capelli e allo stesso tempo ha un effetto nutriente e curativo.

Esistono henné con differenti colorazioni: varie tonalità di rosso, biondo o nero.

Ed esiste anche l’hennè neutro, perfetto per un impacco nutriente contro i capelli fragili: è trasparente e può essere utilizzato come una maschera per rinforzare i capelli o proteggerli dallo smog e dalle aggressioni esterne.

I tuoi capelli si spezzano? Scopri le cause

Image
perche i capelli si spezzano

Ora che sai come prenderti cura dei tuoi capelli, scopriamo cosa può portare la nostra chioma a essere così fragile e sfibrata.

Molto spesso, le cause di fragilità sono dovute ai radicali liberi che aggrediscono lo strato di cheratina che protegge il fusto del capello.

Di conseguenza, le cuticole si aprono e si separano le une dalle altre, causando disidratazione e secchezza eccessiva. Il risultato sono capelli che si spezzano facilmente e doppie punte.

Non solo, anche fattori esterni possono aggredire la chioma e renderla fragile: l’inquinamento, i trattamenti aggressivi e le colorazioni con ammoniaca, come hai letto in questo articolo, sono alcune delle cause. Ma sono solo la punta dell’iceberg.

L’uso eccessivo di phon e piastre, l’esposizione al sole, il cloro, la salsedine e anche l’acqua della doccia ricca di calcare, rappresentano le principali cause di fragilità per i capelli.

Infine, anche carenze nutrizionali e altri disturbi possono essere i responsabili di capelli che si spezzano e con doppie punte.

In questi casi, spesso è necessario consultare il proprio Medico. Per lenire un cuoio capelluto fortemente danneggiato, infatti, non è raro che sia necessario assumere integratori specifici a base di minerali, come rame, zinco, ferro, zolfo e selenio che aiutino a rinforzare la chioma dall’interno.

Capelli fragili: dimentica questo fastidioso problema

Abbiamo visto che bastano poche, semplici mosse per mantenere i capelli nutriti e sani tutto lanno… E in qualunque occasione.

Tornare dalle vacanze non significherà più “taglio netto”, così come pioggia e vento non porteranno più scompiglio nella tua chioma: shampoo idratante non schiumogeno, balsamo nutriente e maschera rigenerante da applicare 2 volte a settimana, sono il giusto kit per dei capelli protetti.

Infine, ricorda: risciacqua con acqua povera di calcare, tampona dolcemente e asciuga con aria tiepida.

Image
illuminante
Next Magazine

Malattie del cuoio capelluto: la guida c…

Gli esperti di OK Salute e Benessere | Dermatologia clinica e allergologica

Quali sono le più comuni anomalie del cuoio capelluto e quale shampoo usare? Scopri con noi alcune delle più comuni…

Products