Cuoio capelluto sensibile: sintomi e rimedi

Cuoio capelluto sensibile: sintomi e rimedi

Gli esperti di OK Salute e Benessere | Dermatologia clinica e allergologica
 
Soffri di cuoio capelluto sensibile? In questo articolo, trovi le cause e i sintomi più comuni, oltre ai rimedi più efficaci per lenire questo disturbo.

Il cuoio capelluto è di per sé un organo sensibile: basti pensare che contiene circa 230 recettori per ogni centimetro quadrato. Quindi, è facile che si irriti, provochi prurito e si arrossi, fino a diventare dolorante.

Ci sono persone a cui persino lo spostamento dei capelli provoca fastidio e altre che hanno problemi di particolare sensibilità al cuoio capelluto, più delicato rispetto alla norma.

Chi soffre di tale sensibilità al cuoio capelluto, però, non deve per forza rinunciare a cura dei capelli e styling; anzi, può sfoggiare una chioma sempre sana e lucente… Basta scegliere i prodotti giusti!

Le cause del cuoio capelluto sensibile

Il cuoio capelluto sensibile rende fastidiose le più semplici operazioni di igiene dei capelli.

Lavarsi, pettinarsi e acconciarsi può diventare addirittura doloroso per chi ha la pelle di questa zona del corpo sensibile o particolarmente reattiva.

Certo, la predisposizione individuale ha un ruolo importante e chi soffre di pelle sensibile ha spesso anche il cuoio capelluto delicato.

Di solito, in questi casi, la causa del problema è da ricercare nell’insufficienza del film idrolipidico: il sottile strato di acqua, aminoacidi e grasso che viene prodotto dalle ghiandole sebacee e svolge l’importante funzione di proteggere la pelle dalle aggressioni esterne.

Quando, per qualche ragione, questa sorta di pellicola si assottiglia, la pelle diventa più vulnerabile.

Oltre ad una certa predisposizione individuale, ci sono alcune abitudini che possono incidere negativamente sulla composizione, la struttura e la stabilità del film idrolipidico, come:

  • Sbalzi di temperatura;
  • Sfregamenti eccessivi;
  • Uso di prodotti aggressivi;
  • Permanenti;
  • Colorazioni fai da te;
  • Stress;
  • Dieta non equilibrata;
  • Phon troppo caldo;
  • Mancanza di un’adeguata idratazione;
  • Disidratazione, dovuta anche al clima umido o all’ambiente troppo secco, a causa per esempio dell’aria condizionata d’estate e all’eccessivo calore d’inverno.

Inoltre, alcuni problemi che colpiscono il cuoio capelluto hanno l’effetto collaterale di renderlo più sensibile. Alopecia, dermatite seborroica, psoriasi sono tutti disturbi che possono incidere anche sulla reattività della tua pelle.

Se il tuo cuoio capelluto è sensibile il problema è nel suo film idrolipidico, la sottile barriera che lo riveste e lo protegge!

I sintomi del cuoio capelluto sensibile

Quando il cuoio capelluto diventa sensibile, te ne accorgi subito: la pelle risulta infiammata e possono manifestarsi prurito, bruciore e anche fastidio al tatto.

Puoi avvertire anche una spiacevole sensazione di formicolio e provare dolore quando tocchi la cute della testa o mentre ti prendi cura dei capelli, ad esempio semplicemente pettinandoli, lavandoli o asciugandoli.

Anche l’eccessiva secchezza della pelle, con o senza presenza di forfora, può rendere il cuoio capelluto più reattivo.

Questi disturbi non vanno sottovalutati perché possono essere occasionali ma, se trascurati, possono diventare cronici.

Anche se alcune cause che provocano la sensibilità del cuoio capelluto non dipendono da te, questo non significa che non ci siano dei rimedi da utilizzare o dei comportamenti da seguire per migliorare la situazione e ripristinare il benessere di questa parte del corpo.

Vedrai, prendersi cura del cuoio capelluto sensibile aiuta anche il buon umore! Quindi, se anche tu senti la pelle tra i capelli tesa e irritabile, continua a leggere per trovare i rimedi che fanno al caso tuo.

Se soffri di cuoio capelluto sensibile, scegli lo shampoo adatto per ritrovare il buon umore.

I rimedi per il cuoio capelluto sensibile

Come combattere il cuoio capelluto sensibile

Come abbiamo visto, la cute sensibile dipende da diversi fattori e porta con sé alcuni fastidi più o meno intensi, a seconda del caso.

Quando però soffri di questo problema, puoi prenderti cura del tuo cuoio capelluto sensibile con prodotti specifici, in attesa di consultare un Dermatologo.

Infatti, se il problema persiste, è necessario sentire il parere di un medico per escludere eventuali patologie e per ricevere indicazioni su un’eventuale cura farmacologica.

In caso di cuoio capelluto sensibile la prima scelta è uno shampoo delicato senza SLES, SLS e parabeni: prova Restivoil!

Scegli un olio shampoo delicato

Per prima cosa, è bene evitare di infastidireulteriormente il cuoio capelluto o aggravare il fastidio già presente, utilizzando prodotti che potrebbero irritarlo ancora di più.

Gli shampoo e i balsami non sono tutti uguali. Quelli a base alcolica o che contengono SLES, SLS e parabeni, ad esempio, danneggiano il film idrolipidico necessario a mantenere la cute sana.

Per questo motivo i prodotti a base oleosa sono perfetti e, se scegli gli olio shampoo della linea RestivOil, puoi contare su formulazioni delicate, prive di SLES, SLS e parabeni.

Puoi scegliere RestivOil Zero Prurito e Irritazione se il tuo cuoio capelluto è particolarmente sensibile e reattivo, oppure RestivOil Extra Delicato, l’olio shampoo per lavaggi frequenti, adatto ai capelli da normali a delicati di tutta la famiglia, se vuoi evitare pruriti occasionali.

Inoltre, per chi, oltre a sensibilità del cuoio capelluto, lamenta problemi di forfora, sono disponibili varie formulazioni di olio shampoo antiforfora, che rispettano la cute, anche quella più sensibile e delicata, rispondendo alle varie esigenze dei capelli da secchi a normali e grassi.

Lavaggi e messa in piega

Anche lavare troppo spesso i capelli, anziché rendere la tua chioma più splendente, rischia di peggiorare ulteriormente la situazione.

Infatti, a meno che tu non soffra di eccesso di sudore che può irritare la pelle, è sufficiente lavare i capelli 2-3 volte a settimana.

Se proprio non puoi fare a meno di lavare i capelli quotidianamente scegli uno shampoo extra-delicato, senza agenti schiumogeni aggressivi, adatto per lavaggi frequenti.

Per asciugare i capelli, poi, è consigliato non utilizzare phon o piastra a temperature troppo elevate e non raccogliere i capelli in acconciature strette, peggio ancora con elastici che tirano i capelli fin dalla base.

Alimentazione e riposo

Anche mangiare bene aiuta la cute a stare meglio. In questo caso, sono da evitare zuccheri e alcool.

Via libera, invece, a cibi sani e ricchi di proteine magre e vitamine, in particolare, le vitamine del gruppo B. E se alla all’alimentazione unisci anche il giusto riposo, il cuoio capelluto te ne sarà grato.

Calma il cuoio capelluto sensibile: a tavola limita zuccheri e alcool e scegli un’alimentazione sana, ricca di vitamine del gruppo B.

Abbiamo visto insieme come prendersi cura del proprio cuoio capelluto sensibile, grazie a sane abitudini alimentari, di igiene e gestione dei capelli con l’aiuto dei prodotti giusti.

Tra tutti, l’ampia scelta di olio shampoo RestivOil aiuta, non solo chi soffre di cuoio capelluto sensibile o ipersensibile, ma anche chi vuole prevenire tali problemi e prendersi cura di cute e capelli per averli sempre sani e belli.

Croste in testa: 5 consigli per dirgli a...

Gli esperti di OK Salute e Benessere | Dermatologia clinica e allergologica

Le croste in testa sono un brutto problema da vedere e, inoltre, causano spesso un fastidioso prurito. Scopri 5 consigli...

PRODOTTI CORRELATI:

RESTIVOIL EXTRA DELICATO
RESTIVOIL

RESTIVOIL EXTRA DELICATO

400ml

Olio shampoo per cute sensibile adatto a tutta la famiglia. Anche per lavaggi frequenti. Formulazione no lacrime.

RESTIVOIL ZERO PRURITO E IRRITAZIONE
RESTIVOIL

RESTIVOIL ZERO PRURITO E IRRITAZIONE

150ml

Trattamento extra delicato studiato per detergere e rispettare il cuoio capelluto ipersensibile.

ACQUISTA ORA