Come rinforzare i capelli rovinati?

Come rinforzare i capelli rovinati?

Dott.ssa Corinna Montana Lampo | Giornalista scientifica
 
Opachi e sfibrati, privi di lucentezza e vitalità, pieni di doppie punte e arruffati: questo è l’aspetto dei capelli rovinati e difficili da gestire.

Ma perché i capelli si danneggiano? Quali sono le principali cause di una chioma spenta e crespa? Come rinforzare i capelli rovinati e, soprattutto, come prevenire il danno mantenendo una chioma in salute?

Scopri con noi le risposte a queste domande e utili consigli per nutrire e proteggere i capelli prendendosene cura tutti i giorni!

Cuticola e corteccia danneggiate: la rovina dei capelli

La forza e la resistenza dei capelli è racchiusa principalmente nella cuticola, il sottile film di cheratina sulla superficie esterna del fusto.

La bellezza dei tuoi capelli dipende in un certo senso dalle reazioni chimiche e fisiche che avvengono proprio sulla e nella cuticola che, quando viene alterata, attiva a cascata tutta una serie di squilibri che colpiscono il principale componente del capello, la cheratina.

Quando guardi i tuoi capelli, infatti, stai osservando il fusto, la parte che fuoriesce dalla cute e che è costituita da cellule cheratinizzate disposte in 3 zone circolari e concentriche:

  1. Cuticola: regola l’idratazione e la morbidezza della chioma;
  2. Corteccia: determina forma, colore ed elasticità del capello;
  3. Midollo: condiziona la reazione al freddo del capello.

Tali zone si distinguono per il tipo di cheratina che ne determina principalmente la resistenza, la compattezza, lelasticità e la reattività chimica ai trattamenti cosmetici, in particolare la tintura, la stiratura e la permanente, ma anche la semplice piega.

Prendersi cura, in primis, della cuticola ma anche della corteccia è fondamentale per rinforzare i capelli rovinati. Per capire come proteggere e ridonare forza ad una chioma spenta, bisogna però conoscere le cause del danno e cioè i fattori che possono alterare i vari tipi di cheratina e in particolar modo il film idrolipidico che riveste il capello.

Cosa danneggia i capelli?

La bellezza dei capelli dipende dunque dalla cura del loro fusto, costituito in ogni sua parte da cheratina. Vediamo ora insieme i fattori ambientali, meccanici, chimici e fisici che quotidianamente possono danneggiare la nostra chioma.

La struttura dei capelli, infatti, è quotidianamente condizionata da questi fattori che spesso inconsapevolmente anche noi stessi sfruttiamo per poter sfoggiare una chioma bella, ordinata e pulita. Vediamoli insieme.

Pettinatura e spazzolatura

Pettinare e spazzolare i capelli in modo sbagliato rappresenta uno stress meccanico a cui sottoponiamo tutti i giorni i nostri capelli. In particolar modo la cuticola può essere danneggiata da una spazzolatura troppo aggressiva.

Se i capelli sono già indeboliti da altre cause, ogni colpo di pettine o spazzola è "un coltello che gira nella piaga".

Asciugatura o piega

L’uso inappropriato del phon, così come l’abuso di piastre liscianti e arricciacapelli troppo caldi, possono rovinare la chioma.

I capelli trattati hanno bisogno di qualche attenzione in più, anche rispetto a capelli naturali ma non in salute, ovvero secchi, sfibrati e fragili o che tendono a spezzarsi.

Ragazza con capelli rovinati da un uso scorretto del phon

Lavaggio

Lavare i capelli sembra uno dei gesti più normali, un’abitudine che ci viene insegnata fin da piccoli. Per i capelli, però, può essere uno stress meccanico non indifferente se li strofiniamo con forza e in modo sbagliato, a cui si può aggiungere uno stress chimico se utilizziamo uno shampoo troppo aggressivo.

Trattamenti cosmetici ed estetici

La scelta di maschere, balsami, fiale, lacche o altri fissanti non è banale, lINCI di questi prodotti può nascondere componenti chimici aggressivi nei confronti della cheratina o del film idrolipidico

Anche le tinte, le decolorazioni, le meches, i colpi di sole e lo shatush, le permanenti e altre sostanze chimiche rappresentano uno stress chimico per i nostri capelli che necessitano di maggiore attenzione.

Rinforzare i capelli trattati significa prendersene maggiore cura, nutrirli e proteggerli per vincere lo stress a cui li abbiamo sottoposti.

Inquinamento, sole e altri agenti ambientali

Nell’ambiente ci sono diversi fattori aggressivi da cui preservare i nostri capelli, dagli inquinanti al sole, al vento e al freddo.

Proteggere la nostra bella chioma fluente e splendente significa sia ripararla dal sole, dal freddo e dal vento con un cappello ma anche scegliere prodotti per rinforzare e proteggere i capelli sia danneggiati che sani.

Consigli utili per proteggere, nutrire e rinforzare i capelli rovinati

Giovane donna accarezza i suoi capelli rinforzati

La migliore cura per capelli danneggiati da stress o agenti chimici, meccanici e ambientali così come a causa di trattamenti estetici aggressivi, è in primis proteggere e nutrire la chioma. Una cura che diventa unabitudine quotidiana essenziale anche per mantenere la bellezza di capelli sani.

Ecco 4 consigli utili per capelli forti, belli e sani!

1. Moderare la temperatura durante l’asciugatura

Una regola fondamentale è evitare di asciugare i capelli in modo troppo aggressivo, regolando il phon a temperature tiepide o comunque non troppo elevate.

Inoltre è fondamentale tenerlo alla giusta distanza, almeno a circa 10 centimetri dalla testa, dirigendo il getto daria verso le radici e meno sulle punte che generalmente tendono a essere più sfibrate.

Per una piega perfetta, sono preferibili metodi naturali, senza usare piastre liscianti o arricciacapelli, che risultano troppo aggressivi e danneggiano il fusto dei capelli.

Se non proprio non riesci a rinunciare a piastre e ferri, scegli strumenti che possano garantire buoni risultati con temperature sostenibili per i capelli e non ti dimenticare di utilizzare maschere, balsami o sieri termoprotettivi, anche a base di cheratina, per rinforzare i capelli, in particolar modo cuticola e corteccia.

Con i capelli trattati tali accorgimenti diventano più che mai indispensabili per mantenere una chioma il più sana possibile.

2. Lavare con delicatezza, anche nella scelta dello shampoo

Innanzitutto scegliere shampoo delicati ideali per tutti i tipi di capelli, trattati o meno. In particolare, gli shampoo-olio sono molto delicati e privi di agenti schiumogeni, senza parabeni, SLES (Sodium Laureth Sulfate) e SLS (Sodium Lauryl Sulfate).

Possono essere utilizzati anche tutti i giorni: si tratta di prodotti rinforzanti per i capelli fragili e sfibrati, che favoriscono il ripristino del corretto equilibrio del film idrolipidico.

3. Nutrire e proteggere con delicatezza e qualità

Quando si tratta di maschere, balsami o sieri si consiglia di scegliere prodotti specifici, studiati per riparare capelli danneggiati e trattati, contenenti cheratina, burro di karité, oli nutrienti e altri agenti rivitalizzanti per i capelli, senza parabeni, SLES e SLS.

In particolare l’utilizzo di una maschera ristrutturante a base di cheratina oppure nutriente con burro di karité o all’olio di macadamia, una volta a settimana, può fare la differenza per il capello, in superficie e in profondità.

Si possono anche alternare maschere a base di avocado o al miele ad azione addolcente e illuminante. Inoltre scegliere un balsamo particolarmente nutriente è un’ottima decisione.

Vanno bene prodotti a base di olii vegetali (come oliva, mandorle dolci, cocco e semi di lino) oppure al gel di aloe, che idratano in profondità.

Come utilizzare maschere e balsami? La maschera va applicata sulle lunghezze, al posto del balsamo dopo lo shampoo, e poi tenerla in posa per circa 10 minuti, quindi risciacquare accuratamente i capelli.

Vale lo stesso per il balsamo, da applicare sempre per circa due minuti dopo lo shampoo delicato e poi sciacquare bene.

4. Trattare con attenzione

Se vuoi tingere i capelli, abbi l’accortezza di scegliere tinture naturali, come per esempio l’henné che ha anche un effetto nutriente, oppure colorazioni prive di ammoniaca.

Un buon approccio consiste nell’optare per tinte a base di sostanze oleose, facendole dosare nei loro ingredienti da un parrucchiere professionista. È utile sapere che, se si utilizzano prodotti troppo aggressivi, i capelli si diventano simili a paglia.

Un prodotto utile per i capelli trattati è l’olio di ricino. In particolare è indicato per proteggere i capelli colorati, ne limita la secchezza tipica e previene la formazione di doppie punte: il risultato sarà una chioma morbida e corposa!

RESTIVOIL

RESTIVOIL ACTIV PLUS

250ml

Azione rinforzante per capelli fragili e sfibrati, ottimo come coadiuvante nei trattamenti dermatolo...

F.A.Q.: tutto quello che vorresti sapere...

Dott.ssa Fernanda Petrone | Farmacista

Quanto spesso devo tagliare i capelli? Quanto spesso devo lavarli? Ma la permanente li rovina? Tante domande a cui spess...

PRODOTTI CORRELATI:

RESTIVOIL ACTIV PLUS
RESTIVOIL

RESTIVOIL ACTIV PLUS

250ml

Azione protettiva e ultra-delicata, indicato come coadiuvante nel trattamento...

RESTIVOIL COMPLEX CAPELLI SECCHI
RESTIVOIL

RESTIVOIL COMPLEX CAPELLI SECCHI

250ml

Azione protettiva e ultra-delicata, indicato come coadiuvante nel trattamento...

RESTIVOIL FISIOLOGICO NUTRITIVO
RESTIVOIL

RESTIVOIL FISIOLOGICO NUTRITIVO

250ml

Azione protettiva e ultra-delicata, indicato come coadiuvante nel trattamento...

ACQUISTA ORA

ACQUISTA ONLINE
DALLE SEGUENTI FARMACIE

farmacie igea