Forfora in adolescenza: rimedi per combatterla e prevenirla

Forfora in adolescenza: rimedi per combatterla e prevenirla

Gli esperti di OK Salute e Benessere | Dermatologia clinica e allergologica
 
Qual è il legame tra forfora e adolescenza? Perché i più colpiti sono i più giovani? E, ancora, è possibile prevenire o rimediare? Le risposte sono qui.

Durante l’adolescenza, la forfora è un disturbo molto comune del cuoio capelluto, che appare ricoperto da una intensa desquamazione biancastra.

Si tratta di piccole scaglie secche, che altro non sono che residui di cellule morte.

In caso di forfora, questo ricambio cellulare avviene più rapidamente rispetto al normale, e il prurito e la necessità di grattarsi favoriscono il distaccamento delle squame e della pelle secca.

Ma qual è la connessione tra forfora e adolescenza? Perché i più colpiti da questo fastidioso disturbo sono proprio i più giovani? Ed è possibile prevenire o rimediare alla forfora in adolescenza?

Trovi tutte le risposte in questo articolo. Comincia la lettura!

Qual è il legame tra età e forfora?

La forfora, generalmente, è accompagnata dai sintomi di una dermatite come ad esempio nei casi di infiammazione del cuoio capelluto.

Inoltre, è importante ricordare che la forfora non è contagiosa, ma può essere un forte disagio, soprattutto durante la già delicata fase dell’adolescenza.

Si tratta di un disturbo che si manifesta in maniera evidente, visto che le squame sono presenti nei capelli e si depositano anche sui vestiti, e per molti può trasmettere una sensazione di scarsa igiene.

Ma perché soprattutto gli adolescenti sono colpiti dalla forfora?

La causa per cui gli adolescenti sono più colpiti dal disturbo della forfora è da attribuire agli ormoni che controllano la produzione di sebo.

Infatti, l’adolescenza è caratterizzata da instabilità ormonale e, tra le conseguenze di questi cambiamenti ormonali, c’è un aumento della quantità di sebo presente sul cuoio capelluto che in alcuni soggetti può irritarlo rendendolo più vulnerabile alla forfora.

L’irritazione associata alla forfora crea un meccanismo di difesa dove le cellule cutanee si riproducono più velocemente del normale per sostituire quelle danneggiate.

In questo modo il disturbo diventa più visibile e le squame, uno dei sintomi per eccellenza della forfora, saltano facilmente all’occhio.

Forfora in adolescenza: quali sono le cause?

Le cause della forfora possono essere diverse e non sono solo di natura ormonale; in alcuni casi poi possono sopraggiungere contemporaneamente.

Vediamole insieme:

  • Un fungo, la Malassezia furfur, che si nutre di sebo e vive sul cuoio capelluto senza creare fastidi evidenti all’individuo;
  • Una naturale tendenza alla secchezza del cuoio capelluto;
  • Lo stress, soprattutto durante i cambi di stagione, quando il problema è più frequente a causa di sbalzi di temperatura e condizioni climatiche avverse;
  • Una cattiva alimentazione che prevede un alto consumo di grassi e l’assunzione di bevande alcoliche può peggiorare il fastidio della forfora;
  • Lavaggi scarsi o troppo frequenti con prodotti non idonei possono causare irritazione e sensibilità del cuoio capelluto scatenando il meccanismo della forfora;
  • La psoriasi può essere una patologia che favorisce la comparsa della forfora.

Come combattere la forfora in adolescenza: trattamenti e prevenzione

Giovane adolescente sbuffa per la forfora

La forfora è un problema molto delicato da affrontare durante l’adolescenza.

La buona notizia è che, sia che si tratti di una condizione passeggera o dell’inizio di un problema più duraturo, può essere curata o tenuta sotto controllo in maniera efficace.

Ma come? Ecco qualche consiglio:

  • Prediligi l’utilizzo di shampoo o lozioni specifiche che non irritano il cuoio capelluto e favoriscono in maniera delicata la detersione e la rimozione dell’eccesso di sebo. Solitamente si tratta di preparazioni a base di zolfo e acido salicilico, che hanno un effetto antibatterico e antimicotico. Questi prodotti specifici aiutano a prevenire la forfora e diminuiscono il prurito;
  • Utilizza durante i lavaggi acqua tiepida o fredda per dare sollievo al cuoio capelluto e alleviare la fastidiosa sensazione di prurito;
  • Evita di grattarti in caso di prurito perché aumenta l’irritazione del cuoio capelluto. È consigliato invece massaggiare il cuoio capelluto applicando un olio naturale, e massaggiandolo delicatamente sulla pelle del cuoio capelluto. Si tratta di un vero e proprio gesto di benessere che aiuta a eliminare le scaglie di forfora e donare sollievo alla cute;
  • Spazzola i capelli regolarmente per favorire il normale rinnovamento delle cellule morte e ridurre il rischio di comparsa della forfora;
  • Utilizza, durante l’asciugatura, il phon a temperature non elevate per non irritare ulteriormente il cuoio capelluto.

Per la prevenzione della forfora è importante seguire un’alimentazione adeguata che sia povera di grassi e ricca di antiossidanti (tra i minerali, soprattutto lo zinco), e acidi grassi essenziali.

Inoltre, una buona attività fisica, niente fumo e alcolici sono le abitudini fortemente consigliate per evitare gli squilibri che scatenano la comparsa della forfora.

Invece, quando la forfora si manifesti con frequenza accompagnata da prurito continuo, sintomi della dermatite, oppure altre manifestazioni come dolore e arrossamenti del cuoio capelluto, è fondamentale rivolgersi ad un Dermatologo che possa aiutarci a trovare la soluzione più adatta a noi.

Problemi di forfora in adolescenza?

Abbiamo visto che, se si hanno problemi di forfora nel periodo dell’adolescenza, i sintomi e le cause possono essere molteplici, dall’eccessiva produzione di sebo dovuta agli ormoni, fino alle più svariate alternative.

E da dove partire per risolvere il tuo problema?

Valgono sempre gli stessi principi: costanza, pazienza e prodotti giusti specifici per problemi di forfora.

Come la linea di olio shampoo anti forfora RestivOil, con prodotti studiati appositamente per capelli secchi, grassi o cuoio capelluto ultra sensibile.

Gli olio shampoo anti forfora RestivOil combattono attivamente la forfora, grazie ai componenti specifici U.S. Arginato e Piroctone Olamina, nel massimo rispetto della cute sensibile.

E per giocare d’anticipo, ti consigliamo Olio shampoo extra-delicato, lo shampoo adatto ai lavaggi frequenti per tutta la famiglia: un supporto utile in ottica di mantenimento e prevenzione, perché aiuta a sostenere la salute e l’equilibrio del cuoio capelluto, evitando la formazione delle odiose scaglie di forfora.

Quanto dura la perdita capelli post part...

Gli esperti di OK Salute e Benessere | Dermatologia clinica e allergologica

Dopo il parto i tuoi capelli iniziano a cadere a un ritmo allarmante? Tranquilla, questa condizione è del tutto normale...

PRODOTTI CORRELATI:

RESTIVOIL ZERO FORFORA
RESTIVOIL

RESTIVOIL ZERO FORFORA

150ml

Trattamento extra delicato che risulta forte contro la forfora ma estremamente delicato sul cuoio capelluto.

RESTIVOIL COMPLEX CAPELLI DA NORMALI A GRASSI
RESTIVOIL

RESTIVOIL COMPLEX CAPELLI DA NORMALI A GRASSI

250ml

Azione specifica antiforfora, consigliato anche come coadiuvante nel trattamento degli stati seborroici per la cura della dermatite seborroica.

RESTIVOIL COMPLEX CAPELLI SECCHI
RESTIVOIL

RESTIVOIL COMPLEX CAPELLI SECCHI

250ml

RestivOil Complex è ideale per detergere il cuoio capelluto in caso di trattamenti specifici antimicotici.

RESTIVOIL EXTRA DELICATO
RESTIVOIL

RESTIVOIL EXTRA DELICATO

400ml

Olio shampoo per cute sensibile adatto a tutta la famiglia. Anche per lavaggi frequenti. Formulazione no lacrime.

ACQUISTA ORA