La forfora è influenzata dalle stagioni? La risposta degli esperti

La forfora è influenzata dalle stagioni? La risposta degli esperti

Gli esperti di OK Salute e Benessere | Dermatologia clinica e allergologica
 
Possono le stagioni influenzare la forfora? In questo articolo, i nostri esperti sulla salute dei capelli danno una risposta precisa.

Quando cambia la stagione, oltre all’avvicendamento degli abiti nell’armadio, dobbiamo pensare ai nostri capelli.

Anche per loro, il passaggio da una stagione all’altra costituisce un cambiamento che spesso comporta stress, debolezza, caduta eccessiva e, anche, forfora.

I cambiamenti stagionali influiscono sulla crescita dei capelli e sulla loro salute, per questo dobbiamo imparare a prendercene cura nei tempi e nei modi giusti.

Essere pronti a gestire al meglio i nostri capelli in prossimità dei cambi di stagione può aiutare a limitare la comparsa delle fastidiose scaglie di forfora in inverno, primavera, estate e autunno, e godere di una splendida chioma.

La forfora non è una questione di stagioni, ma il passaggio da una all’altra può aggravare i suoi sintomi e favorirne la comparsa.

Attacchi di forfora stagionale

La forfora è un disturbo comune e ne soffre circa il 50% della popolazione; si tratta infatti di una delle problematiche del cuoio capelluto più diffuse.

E in qualunque momento compaia, causa spesso un disagio significativo dovuto alla presenza di scaglie bianche di pelle secca su cuoio capelluto e capelli, che ricadono sulle spalle, a volte accompagnate da un fastidioso prurito.

Anche se i sintomi e la loro gravità possono variare da persona a persona, la forfora e i vari tipi di fastidi che la accompagnano di solito vengono acuiti da cambiamenti stagionali, umidità e stress.

Proprio così, esattamente come l’umore, i livelli di energia e la qualità del sonno, anche la nostra chioma può risentire del passaggio da una stagione all’altra.

Dunque non dobbiamo stupirci se, durante il cambio di stagione, oltre a sentirci più stanchi e meno attivi, notiamo che i nostri capelli appaiono sfibrati e spenti e osserviamo la comparsa di scaglie di forfora.

Cambio di stagione e forfora

Il cambio di stagione, oltre a segnare il passaggio a un nuovo periodo dell’anno con le sue affascinanti caratteristiche, per alcune persone causa la comparsa di una condizione spesso non ottimale per la pelle, fino ad arrivare alle allergie e ad occasionali attacchi di forfora stagionale.

Molte persone, infatti, si lamentano della comparsa della forfora nei mesi più freddi: con un clima più secco è infatti più facile notare le scaglie di forfora. Durante l’estate, invece, quando si suda molto, è più facile avvertire irritazione e prurito.

Bisogna ricordare che la forfora va e viene e chi è predisposto a soffrirne fatica molto a liberarsene in modo definitivo. Ma come cambia la forfora a ogni stagione?

Particolare della testa di un uomo che soffre di forfora

Forfora in inverno, primavera, estate e autunno: come cambia?

Alcune persone, ogni anno in estate, sperimentano sulla propria testa un aggravamento della forfora; altre, invece, sentono peggiorare i sintomi della forfora solo in inverno.

In verità, non esiste una vera e propria stagionalità per la forfora. La maggior parte delle persone ha a che fare con questo problema per dodici mesi l’anno!

Ma come si differenzia la forfora in ogni stagione?

Forfora in inverno

Molte persone sperimentano la sensazione di un peggioramento della propria forfora in inverno.

Questo è possibile nella misura in cui, trascorrendo più tempo in casa con il riscaldamento acceso, il cuoio capelluto tende a essere più secco e aumenta la produzione di sebo per combattere la secchezza.

In parole semplice, la combinazione di aria secca e fredda, l’aumento di sebo e l’abbondanza del fungo Malassezia possono causare un aumento della forfora.

Forfora in primavera

Quando ci sentiamo particolarmente stanchi o stressati, come accade a molti all’inizio della primavera, anche la nostra chioma può risentirne.

In tal caso, non sono tanto la situazione meteorologica o il calendario ad aggravare il problema, quanto la ‘fatica’ con cui affrontiamo questo cambio di stagione.

Tale situazione stressante alla fine può favorire anche la comparsa di forfora in primavera.

Leggi ancheForfora e stress: esiste un legame?

Forfora in estate

In estate, con il caldo e il sudore, l’irritazione del cuoio capelluto e la sensazione di prurito possono aumentare drasticamente.

È importante sapere che non è il caldo che causa la forfora, ma è vero che, con il calore, la Malassezia globosa ha maggiori probabilità di prosperare.

Il sudore può fornire le condizioni per la crescita della Malassezia; inoltre, stare all’aperto ci espone di più a sostanze inquinanti che possono danneggiare le difese naturali del cuoio capelluto e tutto questo aumenta la prospettiva di una riacutizzazione della forfora.

Forfora in autunno

L’autunno è un periodo di transizione. Le temperature scendono e l’aria è meno umida.

Questo cambiamento ambientale può influire anche sullo stato del cuoio capelluto e dei capelli in quanto la pelle può diventare tesa e pruriginosa.

Per prevenire la forfora e l’irritazione del cuoio capelluto, questo problema deve essere affrontato rapidamente.

Cosa suggeriscono gli esperti contro la forfora

Gli esperti suggeriscono che la cura quotidiana della propria chioma è essenziale per prepararti ad affrontare i cambi di stagione e limitare i fastidiosi sintomi della forfora stagionale.

Prendersi cura dei propri capelli, quindi, è necessario per prevenirla e ridurre prurito e altri sintomi associati.

Ma cosa significa prendersi cura dei propri capelli se si soffre di forfora stagionale?

  • Scegliere prodotti delicati e rispettosi del naturale pH della pelle;
  • Mantenere il cuoio capelluto ben idratato e nutrito;
  • Mantenere il film idrolipidico e il suo microbiota in equilibrio per evitare il proliferare della Malassezia, il fungo che favorisce la formazione di forfora.

Spesso, puoi trovare tutto il sostegno di cui hai bisogno nel prodotto più adatto per l’igiene della tua chioma.

RestivOil suggerisce i suoi olio shampoo delicati contro la forfora grassa, secca, e per cute ultra-sensibile adatti a ogni stagione, così come il suo Olio shampoo extra-delicato, adatto al lavaggio quotidiano di tutti i tipi di capelli e per tutta la famiglia.

Un supporto utile in ottica di prevenzione, perché aiuta a mantenere in salute e in equilibrio il cuoio capelluto, evitando la formazione delle odiose scaglie di forfora.

Problemi di forfora stagionale? Armati di costanza e pazienza e scegli l’olio shampoo RestivOil adatto a te!

Abbiamo visto che se hai un problema di forfora stagionale è importante che impari a prenderti cura dei tuoi capelli durante tutto l’anno. Solo così potrai prevenire il problema e goderti solo il meglio di ogni stagione e di ogni cambiamento.

E come fare, ormai, lo sai bene. Valgono sempre gli stessi principi: costanza, pazienza e prodotti giusti come gli oli shampoo RestivOil!

Croste in testa: 5 consigli per dirgli a...

Gli esperti di OK Salute e Benessere | Dermatologia clinica e allergologica

Le croste in testa sono un brutto problema da vedere e, inoltre, causano spesso un fastidioso prurito. Scopri 5 consigli...

PRODOTTI CORRELATI:

RESTIVOIL EXTRA DELICATO
RESTIVOIL

RESTIVOIL EXTRA DELICATO

400ml

Olio shampoo per cute sensibile adatto a tutta la famiglia. Anche per lavaggi frequenti. Formulazione no lacrime.

RESTIVOIL ZERO FORFORA
RESTIVOIL

RESTIVOIL ZERO FORFORA

150ml

Trattamento extra delicato che risulta forte contro la forfora ma estremamente delicato sul cuoio capelluto.

RESTIVOIL FISIOLOGICO SEBONORMALIZZANTE
RESTIVOIL

RESTIVOIL FISIOLOGICO SEBONORMALIZZANTE

250ml

Azione sebonormalizzante, ideale per tutti i tipi di capelli e per lavaggi frequenti.

ACQUISTA ORA